Al Qaeda apre a Isis: Coalizziamoci contro Russia-Occidente

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Novembre 2015 18:18 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2015 18:18
Al Qaeda apre a Isis: Coalizziamoci contro Russia-Occidente

Al Qaeda apre a Isis: Coalizziamoci contro Russia-Occidente

DAMASCO – “Dobbiamo unirci, accantonare le dispute e cessare il combattimento tra i mujaheddin”. E l’appello che il leader di Al Qaeda, Ayman al-Zawahiri, ha rivolto allo Stato Islamico per una coalizione contro Russia e Occidente in Siria e in Iraq. Uno spaventoso sodalizio che si estenderebbe dal Marocco al Caucaso e alla Somalia. Il messaggio è un file audio, diffuso in queste ore sui siti web jihadisti, la cui autenticità non è stata ancora verificata.

La registrazione, che dura 16 minuti, sembra indicare un cambio di atteggiamento da parte di Al Qaeda rispetto ai rivali dell’Isis, anche se al-Zahawiri non lo nomina mai direttamente. Il riferimento appare più evidente quando Al Zawahiri chiede che “i mujaheddin non sprechino i loro sforzi uccidendosi a vicenda, mentre i crociati sono uniti“, alludendo appunto al conflitto in Siria tra Stato islamico e al Nusra, il ramo siriano di al Qaeda.

“Gli statunitensi, i russi, gli iraniani, gli alawiti e (il gruppo sciita libanese) Hezbollah stanno lanciando la loro guerra contro di noi. Non siamo capaci di cessare di lottare tra di noi per poter convogliare tutti i nostri sforzi contro di loro?”, insiste il successore di Osama Bin Laden.

Per il medico egiziano, inoltre, “il fronte dello Sham (il Levante mediterraneo) è un punto chiave per liberare la Palestina” e l’unione dei mujaheddin in questa zona è “la porta per il trionfo”. Proprio in merito alla questione palestinese, al Zawahiri ha chiesto di istituire “uno stato islamico in Egitto e nello Sham per mobilitare la nazione musulmana e liberare la Palestina”. Per raggiungere tale obiettivo, il leader di al Qaeda ha esortato a compiere attacchi contro l’Occidente e i suoi interessi in tutto il mondo, come quelli dell’11 settembre a New York e 11 marzo a Madrid.