La minaccia di Al Qaeda piomba sul Natale: “Europa e Usa nel mirino”, l’allarme dell’Interpol

Pubblicato il 16 Dicembre 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2010 17:36

La minaccia di Al Qaeda piomba sul Natale. I terroristi avrebbero un piano per colpire Europa e Stati Uniti proprio durante le feste: l’allarme è stato lanciato dall’Interpol, che ha ricevuto direttamente dal suo ufficio di Baghdad le informazioni.

Forse la Danimarca, forse ancora altri paesi: la lista non è ancora nota, i dettagli sono scarsi ma dopo le confessioni di alcuni membri della guerriglia irachena lo spettro di attentati torna a fare ombra sull’Occidente.

Oltreoceano gli 007 sono già al lavoro e la tv americana Fox ha già pubblicamente parlato di “minacce credibili” da parte degli estremisti islamici. Il ministro dell’Interno iracheno Jawad al-Bolani ha detto che il fallito attentato di venerdì a Stoccolma è parte di questa strategia. Per il ministro iracheno i terroristi che hanno ammesso il complotto prendevano ordini direttamente dalla leadership di Al Qaeda. Nelle ultime due settimane le forze di sicurezza irachene hanno arrestato 73 fondamentalisti.

La paura ritorna e i messaggi erano già trapelati qualche giorno fa sul web: ”La battaglia di Stoccolma è l’inizio nella nostra Guerra santa, in cui l’Europa diventerà l’arena delle nostre battaglie”, avevano scritto i ribelli.