Al Qaeda. Smentita la morte di Mokhtar Belmokhtar, ”è vivo e sta bene”

Pubblicato il 19 Giugno 2015 19:21 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2015 19:23
Mokhtar Belmokhtar

Mokhtar Belmokhtar

LIBANO, BEIRUT – Il ramo nordafricano di al Qaeda, l’Aqim, smentisce la morte di Mokhtar Belmokhtar: “E’ vivo e sta bene”, afferma un comunicato del gruppo citato dal Site. La notizia della morte della mente dell’attacco a In Amenas, colpito in un raid aereo Usa in Libia, era stata diffusa la scorsa settimana da fonti di Tobruk.

La notizia della morte di Belmokhtar, ucciso secondo le fonti che l’accreditavano da un missile che aveva centrato un compound nell’est della Libia, a sudovest di Bengasi, era stata già indirettamente smentita da Ansar al Sharia – la principale fazione jihadista nella regione – che nei giorni scorsi ha pubblicato un elenco degli uccisi, nel quale mancava il nome di “mr. Malboro”, come viene tra l’altro chiamato Belmokhtar.

L’emiro è considerato la mente dell’attacco all’impianto petrolifero di In Amenas, in Algeria nel 2013, nel quale vennero uccisi 39 ostaggi stranieri.