“Al Qaeda voleva uccidere Papa Francesco nelle Filippine”: lo rivela la polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 febbraio 2015 18:51 | Ultimo aggiornamento: 9 febbraio 2015 18:53
"Al Qaeda voleva uccidere Papa Francesco nelle Filippine": lo rivela la polizia

“Al Qaeda voleva uccidere Papa Francesco nelle Filippine”: lo rivela la polizia

ROMA – “I terroristi di Al Qaeda volevano uccidere Papa francesco durante il viaggio nelle Filippine“. Questa la rivelazione della polizia filippina, che ha dichiarato di aver sventato un attentato contro il pontefice organizzato da Marwan, terrorista malese ucciso dagli agenti in un blitz.

Il gruppo terroristico Jemaah Islamiyah, legato ad al Qaeda attraverso il terrorista malaysiano Marwan, aveva progettato di far esplodere una bomba durante la visita del Papa. L’attentato era in programma a Manila per il 18 gennaio 2015. Getulio Napenas Jr., direttore delle forze di polizia filippine, lo ha spiegato durante un’audizione al Senat:

“Durante la visita del Papa nelle Filippine, abbiamo avuto le informazioni che la Jemaah Islamiyah, in coordinamento con Marwan, aveva progettato di far esplodere una bomba al passaggio del convoglio pontificio a Manila il 18 gennaio 2015”.

La notizia era già circolata sui giornali filippini nei giorni successivi alla visita del Papa. Getulio Napenas non ha fornito dettagli sulla mancata attuazione del piano terroristico. Il terrorista Marwan, il cui vero nome è Zulkilfi bin Hir, sarebbe stato ucciso in un attacco antiterrorismo delle forze speciali filippine il 25 gennaio.

5 x 1000