Al Quaeda. Leader al Zawahiri critica capo Isis al Baghdadi

Pubblicato il 13 Settembre 2015 10:11 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2015 10:11
Al Zawahiri

Al Zawahiri

LIBANO, BEIRUT – Il leader di al Qaeda Ayman al Zawahiri in un nuovo messaggio ha apertamente attaccato il capo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi accusandolo di essere un usurpatore. “Non riconosciamo il califfato”, ha detto secondo una trascrizione del Site.

“Non riteniamo che al Baghdadi sia degno del Califfato”, ha aggiunto precisando che si è dichiarato Califfo “con l’appoggio di persone sconosciute” ed ha creato lo Stato islamico “con la forza, le esplosioni e le autobomba” e non con la “la scelta del popolo” attraverso “la consultazione”.

Zawahiri accusa al-Baghdadi anche di sedizione e di incoraggiare i seguaci di al Qaida ad abbandonare la loro promessa di fedeltà all’organizzazione per promettere fedeltà all’Isis, riferisce la Cnn, sottolineando che il messaggio del leader di al Qaida è stato pubblicato dal Site mercoledì.

Ma le accuse del leader di al Qaeda non finiscono qui. Secondo Zawahri, al Baghdadi non sostenuto i mussulmani in difficoltà che non sono nel territorio dello Stato Islamico: “Quando Gaza bruciava sotto le bombe israeliane, Abu Bakr al-Baghdadi non li ha sostenuti con una sola parola, la sua preoccupazione principale era che tutti i mujaheddin gli promettessero fedeltà, dopo essersi proclamato califfo senza consultarli”.