Alarm Phone, uomo ucciso da Guardia Costiera libica e gettato in mare

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Gennaio 2020 21:04 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2020 21:05
libia migranti ansa

Foto Ansa

ROMA – La Guardia Costiera libica avrebbe sparato ad un migrante e poi avrebbe gettato il corpo in mare. E’ quanto avrebbero raccontato ad Alarm Phone altri migranti che erano sul gommone con l’uomo e che sono stati riportati a Tripoli, dove si rifiutano di sbarcare. “Siamo stati chiamati da alcuni dei migranti – scrive Alarm Phone in un tweet – dicono che alcune delle 65 persone si stanno rifiutando di sbarcare a Tripoli, e che la cosiddetta Guardia Costiera ha sparato a un migrante e gettato il corpo in mare”.

Anche la rappresentanza dell’Oim in Libia, con un tweet precedente, aveva segnalato che una sessantina di migranti si starebbero rifiutando di sbarcare a Tripoli. Fonti dell’organizzazione avevano poi fatto sapere che i migranti avrebbero raccontato al personale in Libia che sul gommone con loro era salito anche un nigeriano ferito da un colpo d’arma da fuoco e che l’uomo sarebbe morto durante il viaggio.

Fonte: Ansa