Altro no ai marò: respinta richiesta di libertà su cauzione

Pubblicato il 19 Maggio 2012 11:04 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2012 11:11

TRIVANDRUM – Il tribunale indiano ha respinto nuovamente a Kollam la richiesta di libertà dietro cauzione presentata dai legali dei maro’ Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Lo scrive l’Ansa citando fonti della delegazione italiana.

Dopo il primo no l’11 maggio ”per motivi tecnici” del ‘chief magistrate’ di Kollam e’ stato oggi un giudice della ‘Session Court’ dello stesso tribunale a firmare una seconda sentenza negativa per la richiesta di libertà dietro cauzione presentata dai legali dei maro’.    I legali sono già al lavoro per presentare un nuovo ricorso ed una nuova domanda sullo stesso tema a partire da lunedi’ prossimo presso l’Alta Corte di Kochi.

Il commento di De Mistura. ”Non siamo sorpresi, ma proviamo un ulteriore disappunto”: e’ questa la prima reazione a caldo del sottosegretario agli Esteri Staffan de Mistura all’annuncio oggi del rifiuto della ‘Session Court’ di Kollam di liberta’ dietro cauzione per i maro’. ”Non sorpresi – ha spiegato all’Ansa – perchéera un atto dovuto, vista anche la presentazione da parte della polizia del Kerala del dossier con le accuse contro Latorre e Girone. Dopo tale rapporto appariva davvero improbabile una risposta positiva a questo stadio”.

Proprio nel pomeriggio di venerdì il governo italiano aveva deciso di richiamare a Roma l’ambasciatore italiano in India. Mossa dettata dall’esigenza di fare il punto sulla situazione ma soprattutto mossa che sottolinea come, al momento, la trattativa sul rilascio di Girone e Latorre sia tutt’altro che vicina ad una conclusione positiva.