Andrea Zamperoni, scomparso lo chef di Cipriani Dolci: giallo a New York

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Agosto 2019 12:14 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2019 12:31
Andrea Zamperoni, chef di Cipriani Dolci

Andrea Zamperoni (Foto Facebook)

NEW YORK – Da ormai cinque giorni non si hanno più notizie di Andrea Zamperoni, capo chef italiano di Cipriani Dolci, noto ristorante nella stazione newyorchese di Grand Central.

Zamperoni risulta scomparso da sabato scorso, 17 agosto, scrivono i media statunitensi, che citano la polizia e i suoi colleghi di lavoro. 

Zamperoni, 33 anni, vive nel Queens. E’ stato visto per l’ultima volta dai suoi coinquilini sabato notte, ha detto al New York Post il manager del ristorante, Fernando Dallorso. I suoi amici hanno avvertito la polizia lunedì, quando Zamperoni non si è presentato al lavoro. 

“Per noi Andrea è uno di famiglia: siamo preoccupati e dispiaciuti per lui”, ha detto all’Ansa Arrigo Cipriani, patron dell’Harry’s Bar di Venezia, commentando la notizia della sparizione di Andrea Zamperoni. La sua assenza è “inspiegabile”, “una sorpresa e insieme un grande dolore”. “Escludo – conclude Cipriani – che Andrea avesse problemi personali”.

La sua scomparsa è “molto insolita, Andrea è incredibilmente professionale, è il tipo che verrebbe a lavorare anche se ha appena perso una gamba”, ha detto all’emittente Nbc l’assistente Chef di Cipriani Dolci, Igniacio Albo.

Albo ha raccontato di avere appreso dal compagno di appartamento di Zamperoni che questi “alle 2 e mezza del mattino di domenica scorsa è uscito di casa ed è salito su un’auto”: da allora nessuno lo ha più visto.

Zamperoni tutti i giorni telefonava alla madre in Italia. Un suo fratello, che lavora in un ristorante londinese del gruppo Cipriani, si è recato a New York per aiutare nelle ricerche. “Gli chef sono noti per essere capricciosi. Questo tipo è un tesoro”, ha commentato al New York Post il manager di Cipriani Dolci, Dallorso. 

Zamperoni lavora da Cipriani Dolci da poco più di un anno, ma è nella stessa azienda da oltre dieci anni, e in passato ha lavorato anche in uno dei ristoranti della compagnia a Londra, dove vive il fratello. 

Fonte: The New York Post