Anna Nicole Smith: l’Fbi la sospettò di aver pianificato l’omicidio del figlio del marito

Pubblicato il 8 Ottobre 2009 14:42 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2009 14:42

A due anni dalla sua morte, continuano a susseguirsi le notizie sulla modella e playmate statunitense Anna Nicole Smith. L’ultima la vede al centro di un clamoroso complotto, smascherato dall’Fbi, secondo il quale la donna aveva in mente di uccidere E. Pierce Marshall, figlio di quel J. Howard Marshall che si era sposato all’età di 89 anni proprio con Anna Nicole.

Una volta morto il marito, la donna ha cominciato una lunga e controversa battaglia legale con il figlio del magnate, per avere a tutti costi una ricca eredità. Nel settembre 2005 l’amara sentenza: la Smith non deve essere inclusa nella lista degli eredi di Marshall in quanto lei non provava amore per lui, ed aveva solo finalità economiche.

Ora il clamoroso dossier dell’Fbi, che seguì e sospettò fortemente la modella, anche se la Smith ha sempre negato tutto e alla fine i pubblici ministeri hanno deciso di comune accordo che il caso imbastito dagli agenti americani non doveva più andare avanti.