Apple/ Dipendente cinese si uccide perchè sospettato di aver violato segreti dell’azienda

Pubblicato il 23 Luglio 2009 12:04 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 12:04

La Apple Inc. ha dichiarato di essere in attesa dei risultati delle indagini sulla ancora misteriosa morte per suicidio di un suo product manager in Cina, che si è tolto la vita dopo aver appreso di essere sospettato di aver rivelato a terzi non meglio specificati segreti dell’azienda, a quanto riferisce la Reuters.

Gli iPhones della Apple sono prodotti nella Cina meridionale tramite un contratto con la FoxConn International, una filiale del gigante elettronico Hon Hai di Taiwan. In un comunicato la FoxConn ha informato che il suicida si chiamava Sun Danyong, assunto nel 2008, ed ha espresso le condoglianze alla famiglia.

La FoxConn non ha rivelato dettagli sulle circostanze della morte dell’operaio, ma secondo l’autorevole quotidiano Nafang Daily, Sun, 25 anni, era disperato dopo aver scoperto che uno dei 16 prototipi della quarta generazione dell’iPhone N90 era sparito. Questa versione dell’iPhone è tuttora avvolta nel segreto.

Sun ha cercato in tutti i modi di ritrovare il prototipo mancante ma senza successo, fino a quando il personale addetto alla sicurezza di FoxComm ha cominciato ad avere dei sospetti su di lui ed ha perquisito il suo appartamento forzando la porta di ingresso. Il giorno dopo, secondo il Nafang Daily, Sun si è gettato dal dodicesimo piano dell’edificio in cui abitava.