Argentina. Cristina Kirchner incriminata dal successore del procuratore Nisman

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2015 21:56 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2015 21:56
Argentina. Cristina Kirchner incriminata dal successore del procuratore Nisman

Argentina. Cristina Kirchner incriminata dal successore del procuratore Nisman

BUENOS AIRES – Alberto Nisman è morto ma la sua inchiesta va avanti. E ora Cristina Kirchner rischia il processo. Il pm Gerardo Pollicita, subentrato dopo la morte di Alberto Nisman nell’indagine sul presunto insabbiamento delle responsabilità iraniane nell’attentato anti-ebraico di Buenos Aires del 1994, ha incriminato la presidente argentina Cristina Kirchner. Le accuse sono le stesse contestate da Nisman.

Il pm ha ritenuto che ci siano gli elementi per intentare una causa nei confronti della presidente, del ministro degli esteri, Hector Timerman, nonchè di altri due noti dirigenti peronisti, Andres Larroque e Luis D’Elia. Pollicita ha inoltre disposto una serie di misure tra le quali l’ascolto di circa 5 mila ore di registrazioni dell’inchiesta Nisman. Nella mattinata di venerdì 13 febbraio, il segretario generale della presidenza, Anibal Fernandez, aveva definito la possibile formalizzazione dell’accusa come “una manovra” golpista.