Argentina alla fame: l’emergenza alimentare è legge

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Settembre 2019 11:07 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2019 11:08
Argentina, varata la legge sull'emergenza alimentare

Depressione argentina: con la crisi finanziaria arriva l’emergenza alimentare

ROMA – Il Senato argentino ha convertito in legge ieri sera all’unanimità (61 voti) l’emergenza alimentare, senza modificare il testo trasmessogli una settimana fa dalla Camera dei deputati. Il provvedimento è in sostanza una proroga dell’emergenza già esistente fino alla fine del 2022. Prevede un aumento del 50% delle risorse (10.000 milioni di pesos) destinate a risolvere la crisi che riguarda milioni di persone in Argentina che non riescono a comprare sufficiente cibo per sé e per i famigliari.

L’annuncio è stato accolto con gioia dai movimenti sociali giunti in corteo fino davanti all’edificio del Parlamento per manifestare l’esigenza di un’approvazione immediata del provvedimento.

La dichiarazione di emergenza alimentare era stata sollecitata al governo anche dai vescovi argentini.In un incontro con il presidente Mauricio Macri hanno ricordato che “di fronte al severo aumento di indigenza, povertà e disoccupazione, e all’aumento indiscriminato dei prezzi degli alimenti del paniere di base, ci troviamo in una situazione di emergenza alimentare e nutritiva che colpisce essenzialmente i più vulnerabili, e in particolare i più piccoli”.

Al riguardo l’Osservatorio delle Politiche pubbliche dell’Università di Avellaneda, in provincia di Buenos Aires, ha sostenuto che a causa della grave crisi economica esistente, oltre cinque milioni di argentini (su 46 in totale) non possono assicurarsi una alimentazione sufficiente. Il numero delle persone che non mangiano in modo soddisfacente, inoltre, è il doppio di quello del 2016. (fonte Ansa)