Argentina/ Pandemia febbre suina: allarme rosso, tutti vaccinati sopra i 15 anni contro l’influenza “A”

Pubblicato il 7 Luglio 2009 16:19 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2009 16:19

La pandemia suina sta diventando un vero allarme rosso in Argentina, dove, nel pieno dell’inverno australe, l’epidemia sta dilagando in modo preoccupante. Il ministro della salute Jean Luis Manzur ha ordinato che tutte le persone al di sopra dei 15 anni, con sintomi simili a quelli della febbre provocata dall’oramai celebre virus A, devono essere vaccinati.

Ci sono oramai stanziamenti del governo per pagare le scorte del virus e distribuirlo in tutto il paese con la massima rapidità. La stagione invernale sta, infatti, accelerando paurosamente la diffusione di questa influenza, che anche in Argentina non è pericolosa per la vita, ma che sta diventando un grave problema sociale. Ci sono oramai centinaia di migliaia di ammalati e quindi “vuoti” veri e propri nelle scuole e nei posti di lavoro. Una settimana fa il Governo aveva disposto la chiusura per un mese di molte scuole, con lo scopo di ridurre le possibilità di contagio.