Arizona: giustiziato con iniezione letale Jeffrey Landrigan

Pubblicato il 27 Ottobre 2010 15:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2010 15:54

E’ stato giustiziato in Arizona Jeffrey Landrigan, il detenuto condannato a morte per omicidio e la cui esecuzione era stata sospesa per dubbi sull’origine dell’anestetico da usare. Landrigan è stato ucciso alle 10:26 di martedì sera (le 07:26 ora italiana di oggi). Lo ha annunciato un portavoce del Dipartimento correzionale dell’Arizona secondo il quale Landrigan  è stato giustiziato con un’iniezione letale nella prigione di stato di Florence, a sud di Phoenix.

La Suprema corte americana ha infatti chiarito i termini dell’esecuzione che era prevista per martedì mattina e che era stata rinviata su richiesta degli avvocati del detenuto. I legali di Landrigan – condannato a morte nel 1989 per omicidio – avevano argomentato con successo che il loro cliente correva il rischio di essere messo a morte tra enormi sofferenze perché non ci si poteva fidare della efficacia del liquido anestetico che doveva essere usato nella iniezione letale. Il nuovo farmaco era stato proposto in sostituzione del normale prodotto risultato assente dai magazzini dello Stato.