Arresto Gates/ Obama contro la polizia: “Gli agenti hanno agito in modo stupido”. Troppi gli arresti di neri e ispano-americani

Pubblicato il 23 Luglio 2009 14:57 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 14:57

A Barack Obama, l’arresto del professore nero Henry Luis Gates non è andato giù e, nel corso della conferenza stampa per presentare il suo progetto di riforma della sanità, non risparmia una stoccata  alla polizia Usa.

Secondo il presidente, infatti, «Gli agenti hanno agito in modo stupido». Ma c’è di più. A irritare Obama è soprattutto l’aspetto razziale dell’episodio, che getta più di un’ombra sull’operato delle forze dell’ordine: «È un fatto che negli Usa afro-americani e ispanici sono arrestati in numero “sproporzionatamente alto” rispetto ai bianchi». Una “mano pesante” che porta il presidente a considerare che la razza «continua ad essere un fattore di rischio» nella società.

Il professor Gates era stato arrestato davanti alla sua abitazione mentre cercava di forzare la porta d’ingresso. Inutili le proteste del docente che è stato arrestato e trattenuto per quattro ore nonostante avesse subito dimostrato che quella fosse la propria casa. Per il rilascio, anche una cauzione beffa di 40 dollari.

Le accuse contro Gates sono state ritirate, non però prima che il professore venisse ammanettato, fotografato come un criminale e trattenuto quattro ore al commissariato. Un’umiliazione gratuita per un docente di Harvard inserito dalla rivista Time nella lista dei 25 cittadini statunitensi più influenti.