Ashli Babbitt, la veterana dell’aeronautica uccisa al Congresso Usa aveva avuto guai con la giustizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2021 11:41 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2021 11:41
Massa, il consigliere comunale leghista che ha chiesto un minuto di silenzio per Ashli Babbitt

Massa, il consigliere comunale leghista che ha chiesto un minuto di silenzio per Ashli Babbitt

Emergono nuovi particolari sulla vita di Ashli Babbitt, la veterana dell’aeronautica e attivista di QAnon uccisa durante l’assalto al Congresso Usa. La donna, come riporta il Daily Mail, aveva precedenti penali per condotta pericolosa e distruzione dolosa di proprietà. Inoltre altri guai giudiziari per aver manomesso un’automobile.

Ashli Babbitt è stata raggiunta da un proiettile all’interno del Congresso Usa. Ahsli era uno dei manifestanti pro Trump che ha dato l’assalto a Capitol Hill, la sede del Congresso Usa. Lei è una delle vittime della follia di Washington. La prima, quella destinata a diventare un simbolo più degli altri.

Ashli Babbitt una vita sopra le righe

La sostenitrice di Trump ha dovuto affrontare vari procedimenti giudiziari e ordini restrittivi, come riferito appunto dal Daily Mail. La donna in passato è stata accusata di condotta pericolosa e distruzione dolosa di proprietà, ma mai condannata. Poi anche oggetto di due ordinanze restrittive, nel 2012 e nel 2017.

Inoltre, sotto un precedente nome di McEntree, è stata perseguita per manomissione di un’auto su una strada a Prince Frederick, una città del Maryland fuori Washington DC. Citando i verbali del tribunale, il quotidiano inglese ha riferito che la polizia avrebbe trovato la probabile causa delle due accuse penali. Ma il tribunale della contea di Calvert l’ha prosciolta dall’accusa di condotta pericolosa. Poi giudicata non colpevole di distruzione o manomissione dolosa. (Fonte Daily Mail).