Cronaca Mondo

Jfk Kennedy, agente Tippit lo uccise? Dai file segreti spunta una sorpresa

tippit-kennedy-assassinio

Il poliziotto J.D Tippit

WASHINGTON – Dai file desecretati sull’assassinio di Kennedy, spunta un informatore dell’FBI, il quale disse alla polizia di Dallas che a sparare il colpo mortale all’allora presidente fu il poliziotto J.D Tippit e non Lee Harvey Oswald.

Tippit fu ucciso da Oswald 45 minuti dopo la morte di Kennedy e in una nota inviata all’FBI da H.Theodore Lee, l’informatore aveva sostenuto che “il presidente in realtà è stato assassinato dall’agente Tippit, della polizia di Dallas”, aggiungendo che le informazioni provenivano da persone attive in precedenza nel comitato Fair Play for Cuba (FPCC).

La nota dice inoltre che una settimana prima dell’assassinio di Tippit, il presunto capo della destra John Birch Society di Dallas e un terzo che probabilmente era Oswald, si incontrarono nel nightclub di Jack Ruby. Ruby in diretta tv sparò a Oswald due giorni dopo il suo arresto e morì di cancro ai polmoni nel 1967. Secondo i documenti, prima della sua morte Oswal incontrò Ruby in un aeroporto della Florida come parte di un gruppo diretto a Cuba per “tagliare canna da zucchero” e furono ascoltati da un informatore mentre discutevano di “Big Bird”.

Lee stesso disse all’FBI, che Oswald era in qualche modo coinvolto sia nei movimenti FPCC che in quelli anti-Castro, il che lo metteva in grado di vedere “entrambi i lati delle problematiche”, scrive il Daily Mail. Quando fermò Oswald che camminava a piedi lungo Patton Avenue, J.D Tippit era a bordo dell’auto di pattuglia. Parlò con Oswald attraverso il finestrino e se ne andò via. Qualche secondo dopo, Oswald gli sparò tre colpi con una calibro 38 e un altro nella tempia destra mentre l’agente era riverso sul marciapiede a Dallas. Tippit morì prima che arrivassero i soccorsi. Oswald fu arrestato mentre si comportava in modo sospetto e tentava di entrare nel Texas Theatre senza aver acquistato il biglietto d’ingresso.

To Top