L’assassino di John Lennon voleva uccidere anche Liz Taylor

Pubblicato il 17 Settembre 2010 0:30 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2010 0:34

John Lennon

L’uomo che ha ucciso John Lennon ha detto alle autorità americane che aveva preso in considerazione la possibilità di uccidere anche Elizabeth Taylor ma l’ex-Beatle appariva un bersaglio più facilmente accessibile.

Mark David Chapman è apparso alcuni giorni fa, per la sesta volta, davanti al comitato che decide se premiare i detenuti con la libertà condizionata. Anche questa volta la libertà è stata negata.

Chapman ha raccontato di avere chiesto un prestito di cinquemila dollari al suocero per il suo viaggio dalle Hawaii a New York per uccidere Lennon davanti alla sua abitazione l’8 dicembre 1980.

L’uomo ha ammesso che quella di uccidere Lennon è stata ”una decisione orribile”. ”Pensavo di diventare famoso – ha detto Chapman – invece sono diventato solo un assassino”.