Assorbente interno, un frammento le rimane dentro: donna rischia di morire per choc tossico

Pubblicato il 29 luglio 2018 9:38 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2018 9:38
Assorbente interno, un frammento le rimane dentro: donna rischia di morire per choc tossico

Assorbente interno, un frammento le rimane dentro: donna rischia di morire per choc tossico

ROMA – Ha rischiato di morire dopo la sindrome da choc tossico. Amanda Stanley, una trentasettenne del Massachusetts mamma di due bambini, ha deciso di raccontare la sua storia. La donna non si è accorta che una parte dell’assorbente interno era rimasta dentro il suo corpo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Dopo essersi svegliata con febbre e vomito ha pensato che si trattasse di influenza e ha chiesto un appuntamento con il medico che dopo averle fatto fare delle analisi ha scoperto che aveva un’infezione da streptococco. I dottori non capivano come avesse potuto contrarre il batterio, fino a quando Amanda, andando in bagno, non ha notato un frammento del tampone.

La donna è stata ricoverata con la diagnosi di sindrome da choc tossico e i dottori le hanno detto che se avesse aspettato altre 24 ore avrebbe rischiato la morte. Secondo quanto riporta il Mirror, la donna se la caverà dopo un lungo ciclo di antibiotici, ma ha voluto allertare tutte le donne: “Sono stata davvero fortunata a notare il pezzo di tampone, così mi hanno potuto curare rapidamente”.