Attacco in Texas, Isis rivendica. Killer aveva giurato fedeltà a Stato Islamico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2015 15:37 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2015 16:58
Attacco in Texas, Isis rivendica. Killer aveva giurato fedeltà a Stato Islamico

(Foto Lapresse)

DALLAS – Una rivendicazione dell’Isis e un giuramento di fedeltà allo Stato Islamico da parte di uno dei due assalitori. L’attentato all‘evento satirico su Maometto mostra sempre di più i contorni di un attacco del sedicente califfato islamico. Un militante e combattente dell‘Isis ha rivendicato su Twitter la sparatoria di domenica sera a Dallas, dicendo che è stata eseguita da due sostenitori dello Stato Islamico. Nelle stesse ore gli inquirenti americani hanno scoperto un giuramento di fedeltà all’Isis postato sui social network da uno dei due attentatori poco prima della sparatoria.

Come cinque mesi fa alla redazione del settimana Charlie Hebdo a Parigi, anche in questo caso è stata presa di mira un’esposizione satirica di vignette che avevano per oggetto Maometto. Nello specifico, l’obiettivo dei due assalitori era il Curtis Culwell Center di Garland, sobborgo di Dallas, dove era in corso il concorso promosso dall’American Freedom Defense Initiative che aveva offerto 10 mila dollari alla migliore vignetta satirica su Maometto. All’evento partecipava anche Geert Wilders, il politico olandese xenofobo finito nella lista degli obiettivi di Al Qaeda.

Per tutti questi motivi per l’avvenimento erano stati mobilitati molto poliziotti e guardie private. Al momento, però, l’ipotesi ufficiale è che si sia trattato del gesto di lupi solitari, o comunque che non ci siano state minacce o avvertimenti.