Attentato Consolato italiano al Cairo: identificati 3 attentatori. Qaedisti legati a Isis

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2015 18:33 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2015 18:44
Attentato Consolato italiano al Cairo: identificati 3 attentatori. Qaedisti legati a Isis

Attentato Consolato italiano al Cairo: identificati 3 attentatori. Qaedisti legati a Isis

IL CAIRO – Si chiamano Tarek Abdel Sattar, Hussein Barakat e Hussein Mabrouk: sarebbero loro secondo quanto riportato da Al Arabiya i tre presunti autori dell’attentato al Consolato italiano al Cairo, avvenuto sabato 11 luglio. L’emittente araba cita fonti della sicurezza egiziana secondo cui i tre identificati sarebbero “membri del gruppo di Ansar Beit el Maqdes, attivo nel Sinai”.

Le stesse fonti hanno inoltre precisato che i tre sarebbero “originari di Bani Suef in Alto Egitto e Fayoum a sud del Cairo”. Ansar Beit el-Maqdes, nato come gruppo qaedista che colpiva soprattutto obiettivi israeliani, a novembre ha cambiato il proprio nome in Provincia del Sinai e si è affiliato allo Stato Islamico.

Alcune ore dopo l’esplosione dell’autobomba, che ha causato la morte di un uomo, un venditore ambulante, e una decina di feriti, tra cui tre bambini, nessuno dei quali italiani, è arrivata la rivendicazione dell’Isis. “Grazie alla benedizione di Allah – si legge nella rivendicazione dei jihadisti – i soldati dello Stato Islamico hanno fatto esplodere 450 kg di esplosivo piazzati all’interno di un’auto parcheggiata davanti al Consolato italiano. Raccomandiamo ai musulmani di stare lontano da questi luoghi, obiettivi legittimi degli attacchi dei mujaheddin”. Una rivendicazione che andrà comunque verificata.

Lunedì la sede diplomatica italiana è stata visitata dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, secondo il quale “l’attentato al consolato italiano al Cairo è un fatto grave, un probabile avvertimento, ma non dobbiamo interpretarlo come qualcosa di diretto verso l’Italia”.