Australia, altri due morti negli incendi. Quattromila persone in fuga nelle spiagge. Schierati aerei e navi militari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Dicembre 2019 9:21 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2019 17:47
Australia, altri due morti negli incendi. Quattromila persone in fuga nelle spiagge

Gli incendi che stanno devastando l’Australia (foto ANSA)

SYDNEY – Altre due persone sono morte nello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud a causa dei violenti incendi che stanno devastando l’Australia da settimane mentre cinque persone sono ritenute disperse, di cui quattro nello stesso Stato e una in quello di Victoria. Secondo quanto riporta la Cnn online, inoltre, circa 4000 persone hanno abbandonato le loro case questa mattina, 31 dicembre, a causa delle fiamme nella località di Mallacoota (Victoria) e si dirigono verso la spiaggia. Secondo i media le vittime più recenti sarebbero un uomo e suo figlio: i loro corpi sono stati trovati nella città di Corbargo. Il totale dei morti provocati dall’emergenza incendi dallo scorso settembre sale così a 12.

Le autorità stanno mettendo a punto un piano per far fronte alla situazione. “Abbiamo raccomandato a tutti di non uscire per strada, è diventato troppo pericoloso guidare, non solo per via del fumo, ma a causa dell’intensificarsi degli incendi” ha dichiarato Lisa Neville, Ministro della polizia. “Un avvertimento che vale per tutti, non solo per le regioni più colpite”. Nel Nuovo Galles del Sud, migliaia di persone hanno chiesto di usare i soldi destinati ai fuochi d’artificio di Capodanno per combattere gli incendi non ancora domati.

Gli incendi hanno distrutto un migliaio di case e più di tre milioni di ettari, un’area più grande del Belgio. Secondo gli scienziati, si tratta delle “conseguenze del riscaldamento globale”. Lunedì nella parte occidentale del Paese oceanico, le temperature hanno raggiunto i 47 gradi e hanno superato i 40 gradi su tutto il territorio.

Schierati aerei e navi militari.

Aerei e navi militari australiani saranno schierati per aiutare i servizi di emergenza negli stati devastati dal fuoco del Nuovo Galles del Sud e di Victoria. “Abbiamo letteralmente centinaia, migliaia di persone su e giù per la costa, che si rifugiano sulle spiagge”, ha dichiarato Shane Fitzsimmons, commissario del Servizio antincendio rurale del Nuovo Galles del Sud. Lo riporta la Bbc. Sono stati il primo ministro Scott Morrison e il ministro della Difesa Linda Reynolds a concordare l’invio di aerei e navi su richiesta del governo vittoriano. L’Australian Defence Force invierà elicotteri Black Hawk e Chinook, velivoli ad ala fissa e navi della marina a Victoria e nel Nuovo Galles del Sud. I militari forniranno assistenza umanitaria e, se necessario, effettueranno evacuazioni nei prossimi giorni. A fronte dell’emergenza, agli Usa e al Canada è stato chiesto di fornire “risorse aeronautiche specializzate”. Nel suo messaggio di Capodanno, Morrison ha avvertito che le settimane e i mesi a venire “continueranno ad essere difficili”.

Fonte: ANSA.