Australia, guida sub azzannata da uno squalo: un collega la salva tirando l’animale per la coda

Pubblicato il 1 Novembre 2010 9:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2010 9:19

Azzannata da uno squalo mentre guidava un gruppo di turisti che facevano snorkeling e salvata da un collega che dalla barca ha tirato via l’animale afferrandolo per la coda. Elyse Frankcom, una guida sub di 19 anni, si sta riprendendo nell’ospedale di Perth, nell’Australia occidentale, dopo un intervento di diverse ore in cui le sono statiu estratti frammenti dei denti da una coscia e da un gluteo. Secondo la madre Linda, nonostante la disavventura, la figlia intende tornare in mare non appena sarà guarita, e non vuole che lo squalo sia ricercato e ucciso.

”E’ lei che è entrata nel suo territorio e sapeva che era rischioso”, ha detto. Frankcom stava guidando un gruppo di turisti sabato scorso in una ‘visita ai delfini’ presso Garden Island, 50 km a sud di Perth, quando è stata attaccata. Un uomo che ha dato solo il nome di battesimo, Trevor, ha afferrato lo squalo per la coda facendogli mollare la presa e ha poi tirato in barca la ragazza. La madre di Elyse ha detto alla radio nazionale Abc che è stato ”l’immenso coraggio di Trevor” ed il soccorso medico subito ricevuto a salvarle la vita. Trevor le ha detto di aver agito senza pensare. ”Ho fatto una cosa ed è andata bene. Non lo avevo programmato e ha funzionato. Ma non voglio elogi”.