Australia, inghiotte pesci vivi al circo: numero bloccato per le proteste

Pubblicato il 9 Settembre 2010 13:07 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2010 14:03

Un circo russo in tournee in Australia è stato costretto ad abbandonare un numero in cui una donna ingoia pesci vivi e poi li rigurgita. L’ordine al Great Moscow Circus è venuto dal governo del Nuovo Galles del sud, che dopo aver ricevuto reclami dal pubblico ha individuato una violazione della legge sulla protezione degli animali.

La decisione è stata bene accolta dagli animalisti. ”Le ricerche dimostrano che i pesci sono capaci di soffrire”, ha detto la direttrice di Animals Australia, Glenys Oogjes. ”I circhi continuano a sostenere che le esibizioni con animali sono educative. Al contrario questo era un atto inumano e stupido, che getta discredito sul Great Moscow Circus”, ha aggiunto.

Il direttore del circo, Greg Hall ha reagito con ironia a quello che ha definito un ‘non evento’. ”Posso assicurare che i pesci sono sani e salvi. La loro carriera artistica si è conclusa e sono felicemente in pensione”, ha detto. Il numero, popolare negli anni’30, era una recente aggiunta allo spettacolo. In esso l’artista ingoia bicchieri d’acqua e quindi tre pesciolini rossi, per poi rigurgitarli in una boccia di vetro davanti alla folla.