Australia, cittadina vieta l’acqua in bottiglia perché troppo inquinante

Pubblicato il 26 Settembre 2009 12:30 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2009 18:07

acqua-mineraleUn piccolo paesino nello stato australiano del Nuovo Galles del Sud, Bundanoon, è diventato il primo al mondo a proibire l’acqua imbottigliata, perché troppo inquinante. E nel primo giorno di divieto, dopo che nella notte erano state ritirate dagli esercizi commerciali le ultime casse d’acqua imbottigliata e sostituiite con bottiglie riutilizzabile, sono state inaugurate una serie di fontane lungo la principale strada del paesino da cui zampilla acqua pubblica.

 A preoccupare i circa 2.500 abitanti del villaggio australiano eco-consapevole sono le enormi risorse necessarie per estrarre l’acqua, imbottigliarla e trasportare le bottiglie di plastica. Dal divieto saranno esentati i turisti, che però verranno incoraggiati a riempire le bottiglie vuote alle fontane del paese. La decisione era stata adottata quasi all’unisono dal consiglio comunale (350 voti a favore e solo due contrari) nel giugno scorso. Dei due voti contrari, uno era stato quello di un locale, l’altro, del rappresentante di un’azienda di bibite che voleva imbottigliare acqua minerale da una vicina sorgente sotterranea.