Australia: pescatore assediato dai coccodrilli passa la notte sull’albero

Pubblicato il 21 Ottobre 2009 9:21 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2009 9:21

Un pescatore australiano, che ha saputo mantenere il suo sangue freddo dopo che la sua barca è affondata in un fiume isolato nel nordest del continente, ha trascorso una notte aggrappato a un ramo di mangrovia, mentre i coccodrilli nell’acqua fangosa continuavano a girargli attorno.

Stan Martell, un coltivatore di mango, stava pescando nel fiume Lynne sabato scorso quando si è addormentato. Si è svegliato quando la barca si è incagliata nell’acqua bassa in una radice, ed ha cominciato ad affondare. Mentre si arrampicava disperatamente su una mangrovia, ha visto gli occhi di due coccodrilli di almeno tre metri.

“Sono rimasto appollaiato come un koala su un ramo sperando che non si spezzasse, perché era un albero morto, ma ha resistito”, ha detto alla radio Abc.

Solo la mattina dopo è riuscito a scendere, quando la marea é calata. Ha recuperato il telefono satellitare e il radiofaro di emergenza che aveva lasciato alla base dell’albero e ha chiamato aiuto. E’ stato infine tratto in salvo da una squadra di salvataggio acquatico, illeso ma molto scosso.