Australia, migliaia in fuga dalle inondazioni: “Un disastro senza precedenti”

Pubblicato il 30 Dicembre 2010 15:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2010 15:11

Migliaia di persone si stanno preparando a lasciare le loro case per fuggire a inondazioni ”senza precedenti” nel Queensland, nord est dell’Australia. Centinaia di abitanti hanno già abbandonato le loro abitazione, mentre il primo ministro dello stato australiano, Anna Bligh avverte che l’emergenza potrebbe durare giorni se non settimane.

“E’ un disastro senza precedenti – ha detto – esiste una situazione molto difficile per tante persone che hanno dovuto lasciare le loro case e potrebbe durare”, ha aggiunto. Da giorni sul Queensland e vicino alla capitale Brisbane si stanno abbattendo forti piogge causate dal ciclone Tasha.

Quasi l’80 per cento della zona di Emerald rischia di essere travolta dalle acque del fiume locale che ha raggiunto livelli record. Ad oggi sono state evacuate mille persone da una decina di paesini isolati dall’acqua, il cadavere di uomo di 50 è stato ritrovato in un fiume vicino la città di Cairns. Bligh ha stimato in miliardi di dollari australiani i costi dei danni causati dalle inondazioni.

In numerosi regioni del Queensland è stato dichiarato lo stato di catastrofe naturale. E il rischio per gli abitanti dello stato non è solo quello di essere travolti dall’acqua: le autorità locali hanno avvertito che a causa delle inondazioni coccodrilli e squali toro potrebbe essere stati trascinati fuori dal loro habitat naturale e spinti verso spiagge frequentate da bagnanti e surfisti.