Australia, pilota tirocinante perde conoscenza in volo per 40 minuti: “Non aveva mangiato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 maggio 2019 22:21 | Ultimo aggiornamento: 10 maggio 2019 22:21
australia pilota

Pilota perde conoscenza in volo per 40 minuti. Il motivo è assurdo

SYDNEY – Un giovane pilota tirocinante ha volato in stato di incoscienza per 40 minuti non rispondendo alle chiamate dei controllori del traffico aereo. Il malore è stato causato perché il giovane aveva saltato la colazione la mattina del volo.

Un’inchiesta dell’Australian Transport Safety Bureau (ATSB) ha rilevato che il giovane non aveva dormito molto la notte prima del volo e aveva consumato solo una barretta di cioccolato, una bevanda energetica e dell’acqua. Stava pilotando un volo di navigazione in solitaria dall’aeroporto di Port Augusta a Parafield quando si è sentito male. Per circa 40 minuti, mentre volava a 5.500 piedi, ha iniziato ad accusare un forte mal di testa e ha acceso il pilota automatico. “Poco dopo, il pilota ha perso i sensi”, si legge nel rapporto. Il controllo del traffico aereo ha fatto diversi tentativi per contattare il pilota ma non ha avuto successo. Un altro aereo nelle vicinanze lo ha individuato mentre sorvolava il mare a sud-ovest di Adelaide, e ha riferito che il pilota aveva ripreso conoscenza. Il pilota ha fatto poi ritorno a Parafield scortato dall’altro aereo.

Secondo il rapporto il tirocinante “ha ammesso che la notte prima del volo aveva sofferto una notte agitata e si stava riprendendo da un lieve raffreddore. Il giorno del volo poi non ha fatto la colazione prima di partire”. “Durante il volo da Parafield a Port Augusta il pilota ha bevuto solo una bottiglia di Gatorade, un po d’acqua e successivamente una barretta di cioccolato durante la sosta a Port Augusta”. In seguito alle indagini, la scuola di volo ha affermato che avrebbe garantito agli studenti il riposo prima di ogni volo sottolineando l’importanza della gestione della fatica. Gli studenti infatti devono dettagliare sempre il numero di ore di sonno nelle 48 ore precedenti, quando e che tipo di pasto hanno mangiato. (fonte ABC.NET)