Australia: uccideva canguri con l’arco, per il “cacciatore” un anno di carcere

Pubblicato il 22 Ottobre 2009 12:37 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2009 12:53

canguroUn uomo di Melbourne, in Australia, è stato condannato a 12 mesi di carcere per aver trafitto con un arco ad alta potenza quattro canguri. Secondo l’accusa Justin Stavropoulos, di 27 anni, si avventurava nelle sue “battute di caccia” in tuta mimetica in un parco nella periferia di Melbourne.

Aveva abbandonato due dei canguri colpiti ancora vivi, uno con una freccia attraverso il muso, poi morto nonostante lunghe cure, e un altro con la freccia conficcata in una coscia. Il magistrato Jennifer Grubissa ha condannato Stavropoulos per crudeltà verso animali e per caccia di una specie protetta, dichiarando che solo una sentenza detentiva era appropriata come deterrente.

“E’ inimmaginabile che l’imputato non comprendesse la crudeltà del suo operato”, ha dichiarato. “Avrebbe dovuto sapere che, non essendo un tiratore scelto, le sue azioni non potevano portare ad un’uccisione compassionevole per gli animali”, ha aggiunto.