Aviolinee. Divieto trasporto trofei di caccia, protestano Sudafrica e Namibia

Pubblicato il 7 agosto 2015 14:18 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2015 14:21
Un collezionista di trofei di caccia

Un collezionista di trofei di caccia

SUDAFRICA, JOHANNESBURG – Alcuni dei Paesi africani che consentono la caccia nei loro territori criticano la decisione della compagnia aerea americana Delta Air Lines e di altri vettori di vietare il trasporto di trofei di caccia.

La decisione delle compagnie aeree fa seguito all’onda di sdegno sollevata in tutto il mondo dall’uccisione qualche giorno fa del leone Cecil, simbolo dello Zimbabwe.

Il governo sudafricano, in un comunicato, si è definito deluso per l’annuncio della Delta di non accettare più trofei di leoni, leopardi, elefanti, rinoceronti e bufali.

Il ministero dell’Ambiente del Sudafrica sottolinea che il “divieto generale” della Delta non distingue i traffici legali da quelli illegali.

Lamentele sono arrivate anche dalla Namibia secondo cui il divieto della compagnia aerea sul trasporto dei trofei danneggerà la sua economia, che si basa anche sulle entrate fornite dai cacciatori.