Bali, fidanzati condannati: lui uccise la suocera e la misero in un borsone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2015 13:17 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2015 13:17
Bali, fidanzati condannati: lui uccise la suocera e la misero in un borsone

Bali, fidanzati condannati: lui uccise la suocera e la misero in un borsone

GIACARTA – Hanno ucciso la suocera e hanno messo il suo corpo in un borsone. I due fidanzati di Bali Tommy Schaefer e Haether Mack sono stati condannati per aver picchiato a morte Sheila von Wiese-Mack, la madre di lei, in un resort turistico di Bali nell’agosto 2014. Il tribunale indonesiano ha condannato i due fidanzati killer di Chicago rispettivamente a 18 anni di carcere e a 10 anni di carcere. Per Haether, che ha avuto una bimba, la pena è stata ridotta.

L’omicidio fece particolare scalpore la scorsa estate perché il corpo della vittima fu trovato in una valigia riposta nel bagagliaio di un taxi dell’albergo. I due fidanzati furono arrestati in un altro albergo a 15 chilometri di distanza e accusarono una gang di uomini armati di aver ucciso la donna e di aver cercato di rapirli.

La versione del rapimento però è stata smontata da un video della sorveglianza dell’albergo, che ha ripreso un violento litigio tra madre e figlia poco prima del decesso, avvenuto per fratture al volto e alla testa.

Schaefer allora provò a sostenere di aver ucciso per difesa personale dopo la violenta lite, ma la corte non gli ha creduto. I due fidanzati sono stati condannati, ma le sentenze sono state lievi: in Indonesia l’omicidio intenzionale è punito anche con la pena di morte. A salvare i due giovani, ha spiegato il giudice, il fatto di essersi dimostrati pentiti.