Banca le accredita 7mln di euro, Sue Lamb non li vuole: “Potrebbero rapirmi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2015 11:30 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2015 11:30
Banca le accredita 7mln di euro, Sue Lamb non li vuole: "Potrebbero rapirmi"

Banca le accredita 7mln di euro, Sue Lamb non li vuole: “Potrebbero rapirmi”

SYDNEY – Sue Lamb ha controllato il suo conto corrente in banca e ha trovato quasi 10 milioni di dollari australiani, circa 7 milioni di euro. Soldi non suoi e che voleva restituire, ma la banca le ha detto che non poteva. “Avevo paura che mi rapissero o che mi derubassero”, ha detto la donna diventata milionaria e che non voleva esserlo. La banca ha poi ripreso i soldi, lasciando però un debito di 7500 dollari sulla carta di Sue, debito che lei non ha mai contratto.

Elmar Burchia sul Corriere della Sera riprende la storia che Sue ha raccontato al giornale Gold Coast Bulletin e scrive:

“L’australiana Sue Lamb è diventata milionaria in un sol colpo. Perlomeno sulla carta. Già, perché controllando la ricevuta dei movimenti sulla sua carta di credito, la donna si è infatti accorta che sul conto erano di colpo apparsi 9.990.420 dollari australiani. Un somma incredibile. Ciò nonostante, invece di fare salti di gioia (o magari uscire subito a fare compere), la 49enne quel denaro non lo voleva affatto, ha spiegato al giornale Gold Coast Bulletin. Il motivo? Razionale. Sue ha raccontato di temere di commettere un reato se avesse deciso di tenere quei 10 milioni. Non basta: con quella incredibile somma sul conto c’era il rischio di «finire in mano ai rapitori, essere derubata della carta di credito o finire uccisa. Solo a pensarci mi vengono i brividi», ha detto”.

Quei soldi Sue non li voleva proprio e così ha deciso di chiamare la banca per restituirli, la risposta che ha avuto l’ha lasciata senza parole:

“la 49enne si è subito rivolta al proprio istituto. Quando ha chiamato per far presente l’errore, uno dei responsabili le ha risposto così: «Non c’è nulla che possa fare. Ora quei soldi sono suoi». «Penso non volessero nemmeno aiutarmi», dice Sue. L’australiana, che gestisce una piccola impresa, ha pubblicato la ricevuta col saldo milionario su Facebook e poi ha raccontato la sua storia alla stampa. «Spero che adesso la banca reagisca», aveva detto domenica”.

Lunedì mattina però per la donna è arrivata una sorpresa nuova e inaspettata, si è trovata senza milioni e con un debito di 7500 dollari:

“L’istituto australiano ANZ ha spiegato che «quel denaro non è mai stato disponibile» e che si è trattato di un «problema tecnico del bancomat». Nient’altro, nessun dettaglio in più. Se quei milioni erano spariti, sul conto di Sue ora c’era un debito di 7.500 dollari. «Il debito su quella carta non può essere più di 900 dollari», sostiene lei, che dalla banca adesso pretende delle spiegazioni e delle scuse. Alla domanda cosa avrebbe fatto se effettivamente avesse potuto spendere tutti quei soldi, la donna ha risposto: «Prenderei le mie amiche e farei 20 crociere una dopo l’altra sulla Queen Mary 2»”.