Mosca: “Con i Beatles è aumentato il consumo di droga nel mondo”

Pubblicato il 26 Giugno 2012 17:43 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2012 17:46

I Beatles

MOSCA – L’aumento del consumo di droga? Tutta colpa dei Beatles. Parola di Yevgeny Bryun, massimo ufficiale dell’antidroga russa.

Secondo quanto riporta il Daily Telegraph, in una conferenza stampa a Mosca Bryun ha puntato il dito contro i Fab Four per la diffusione delle droghe dopo gli anno Sessanta.

“Quando i Beatles andarono ad accrescere la loro conoscenza negli ashram indiani portarono in patria l’idea di modificare il proprio stato psichico attraverso l’uso di droghe. E quando poi il mondo degli affari capì che che poteva trarre guadagni dalla vendita di questa roba è iniziata la diffusione capillare delle droghe”.

Per questo motivo secondo Bryun sono necessarie misure dure per combattere la cultura di massa e la promozione delle droghe.

Lo stesso Paul McCarthy ha ammesso nel 2004 che molta della sua musica era influenzata dalle droghe. Ha anche detto che la canzone “Got To Get You Into My Life” parlava della cannabis, mentre “Day Tripper” descriveva gli acidi, mentre “Lucy In The Sky With Diamonds” è nota per cantare gli effetti dell’LSD.

La musica dei Beatles era vietata in Unione Sovietica perché troppo occidentale. Nonostante questo il presidente Vladimir Putin e un fan dei Beatles e ha persino incontrato Paul McCarthy durante la performance di “Back in the URSS” nella Piazza Rossa nel 2003.