Giornalista: “Attacco all’ambasciata Usa non c’è mai stato… Bengasi non ne ha”

Pubblicato il 17 settembre 2012 14:58 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2012 20:54

ROMA – Secondo il giornalista freelance Jim Stone, l’attacco al consolato Usa di Bengasi “è inventato” e spiega le ragioni di questa dichiarazione nel suo blog, riportate dal sito IbTimes. Innanzitutto, il giornalista premette “la non esistenza di un consolato Usa a Bengasi in quanto, secondo il sito ufficiale del Dipartimento di Stato Usa, l’unica sede diplomatica in Libia risulta essere quella di Tripoli”. In sostanza, il consolato di Bengasi non esisterebbe.

“Anche su Google Maps non risultano ambasciate e consolati Usa a Bengasi, inoltre dalla lista delle ambasciate Usa pubblicata su Wikipedia, viene confermata la presenza dell’unica ambasciata Usa in Libia situata a Tripoli”, spiega Jim Stone.

Nella rete ci sono diverse foto dell’ambasciata di Bengasi ma il freelance afferma che queste “sarebbero false in quanto nessuno può verificarne la veridicità”.

“Sarete preoccupati di ciò che potrà succedere in futuro. Ci stanno dando il proiettile d’argento e dovremmo usarlo contro i media che divulgano tutto ciò. Questa menzogna è talmente ovvia che potremmo mirare la credibilità di Cnn, Fox, Abc e quant’altro. Non perdiamo questa occasione”, conclude il freelance postando poi sul suo sito alcuni autorevoli giornali che parlano dell’attacco a Bengasi, entrambi danno due location differenti per l’ambasciata.