Berkeley, marijuana gratis ai poveri. “Anche chi non ha i mezzi deve curarsi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Luglio 2014 7:45 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2014 2:11
Berkeley, marijuana gratis ai poveri. "Anche chi non ha i mezzi deve curarsi"

Berkeley, marijuana gratis ai poveri. “Anche chi non ha i mezzi deve curarsi”

BERKELEY – Marijuana gratis ai poveri. Sembra uno slogan sessantottino ma è quel che realmente accade a Berkeley, sede di una delle più importanti università americane. La California è stato il primo stato Usa a legalizzare la marijuana medica. Martedì scorso il consiglio comunale della cittadina della Bay Area ha varato all’unanimità un’ordinanza che obbliga i dispensari di cannabis terapeutica a distribuire almeno il 2% delle loro riserve alle persone a basso reddito.

“E’ una questione di equità – ha detto un membro del consiglio comunale alla Reuters – Vogliamo fare in modo che anche chi non ha i mezzi abbia accesso a tutti i farmaci necessari per curarsi”.

Per la nuova legge sono da considerarsi a basso reddito tutti coloro che guadagnano la metà del reddito medio locale, che si aggira intorno ai 32mila dollari. Tra questi, avranno accesso alla cannabis  gratuita coloro i quali dispongono della cosiddetta “marijuana card” o dietro prescrizione medica.

La legge prevede altresì che la marijuana libera sia della stessa qualità dispensata ai clienti abituali. Il Consiglio ha inoltre deliberato l’apertura di un quarto dispensario a Berkeley, oltre agli attuali tre. Uno di questi, il Berkeley Patients Group distribuisce marijuana gratuita da almeno 15 anni.