Bimbo 3 anni ricorda vita passata: “Così mi hanno ucciso, ecco dov’è il corpo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2014 14:43 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2014 14:43
Bimbo 3 anni ricorda vita passata: "Così mi hanno ucciso, ecco dov'è il corpo"

Bimbo 3 anni ricorda vita passata: “Così mi hanno ucciso, ecco dov’è il corpo”

ROMA – “Mi hanno ucciso con un’ascia e seppellito nel villaggio vicino al mio”. Un bimbo di 3 anni che vive al confine tra Siria e Israele ha ricordato la sua vita passata e aiutato i capi del suo villaggio a ritrovare lo scheletro dell’uomo da cui si era reincarnato.

Questo e altri sono i racconti contenuti nel libro “Children Who Have Lived Before: Reincarnation Today“, cioè “Bambini che hanno già vissuto: la reincarnazione oggi”, scritto dal terapista Trutz Hardo, che si è occupato delle storie dei bimbi che hanno descritto vite passate riconoscendo luoghi mai visti prima e identificando le persone che avrebbero fatto parte delle loro vite precedenti.

La storia del bimbo di 3 anni arriva da un villaggio di etnia Drusa, nel medio oriente, la cui cultura accetta la reincarnazione. A raccontarla ad Hardo è stato Eli Lasch, medico che aiutò a sviluppare il sistema sanitario a Gaza. Il bimbo è nato con una voglia rossa sul viso, che nella cultura del villaggio è presagio di reincarnazione avvenuta, per questo quando ha dichiarato di essere stato ucciso in una vita precedente gli anziani gli hanno creduto.

La testimonianza del bimbo ha portato gli anziani in un villaggio vicino, dove nel punto indicato dal bimbo hanno rinvenuto uno scheletro e l’assassino, che il piccolo ha riconosciuto. A stupire il medico, che raccontò al terapista la vicenda, il fatto che sulla testa del corpo rinvenuto c’era una ferita mortale della stessa forma della voglia con cui era nato il bimbo che aveva dichiarato di esserne la reincarnazione.

Se inizialmente l’assassino aveva negato l’omicidio, messo davanti le prove fornite dal bimbo ha ammesso il crimine.