Bon Jovi apre “ristorante solidale”: menu senza prezzi, si paga lavorando

Pubblicato il 21 ottobre 2011 18:14 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 18:22

NEW YORK, 21 ott – Jon Bon Jovi e signora si danno alla cucina e alla beneficenza, aprendo un 'ristorante solidale' a due passi dalla Grande Mela. Dopo aver mangiato nei migliori ristoranti del mondo, infatti, la rockstar ha deciso di dare il suo personale contributo a sostegno dei piu' bisognosi.

'The Soul Kitchen' ha aperto i battenti in New Jersey e, come lo stesso artista tende a specificare, non si tratta di una mensa dove si distribuisce cibo gratuitamente. Via i prezzi dal menu, si paga quello che si riesce a pagare.

Laddove il denaro non arriva, entra il gioco il volontariato. Cosi' facendo i poveri o i senza tetto – si spiega – da un lato potranno scrollarsi di dosso la vergogna di ricevere cibo gratis e dall'altro potranno ripagare il loro conto aiutando a mettere in piedi progetti comunitari oppure lavorando nello stesso ristorante.

Dietro la decisione di Bon Jovi c'e' anche la grave crisi economica e occupazionale che colpisce milioni di americani, con molte persone costrette a rinunciare all'idea di cenare fuori.

''Molti dei miei ricordi – ha detto l'artista – sono a tavola, ed e' stato inquietante apprendere che in questo Paese una persona su sei va a letto affamata''.

Il ristorante e' solo l'ultima impresa in ordine di tempo di quella che viene chiamata la 'Jon Bon Jovi Soul Foundation', grazie alla quale la rockstar e' riuscita a far costuire 260 alloggi per le persone a basso reddito. Per mettere su 'The Soul Kitchen' c' e' voluto un anno e un investimento di 250 mila dollari.