Brad Parscale, l’ex guru social di Trump si barrica in casa e minaccia il suicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2020 9:22 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2020 9:22
Brad Parscale, l'ex guru social della campagna di Trump si barrica in casa e minaccia il suicidio

Brad Parscale, l’ex guru social di Trump si barrica in casa e minaccia il suicidio (Foto Ansa)

Brad Parscale, ex guru social della campagna elettorale di Trump, si è barricato in casa e ha minacciato il suicidio.

L’ex manager della campagna di Donald Trump, Brad Parscale, ha minaciato il suicidio. Parscale è stato trasportato in un ospedale in Florida dopo che la moglie ha avvertito la polizia. La donna ha detto che il marito aveva minacciato di suicidarsi. Lo riferiscono i media Usa.

Brad Parscale allontanato a luglio dalla campagna di Trump

A luglio, a quattro mesi dalle presidenziali Usa del 3 novembre, quando il presidente era in difficoltà secondo i sondaggi, Parscale era stato rimosso da responsabile della campagna.

Barricato in casa (armato)

La polizia è stata chiamata in una abitazione a causa di “un uomo armato che tentava il suicidio”, ha riferito la Cnn. L’uomo è stato successivamente identificato come Parscale dai funzionari di polizia, che hanno rivelato che ad avvertirli era stata la moglie. La donna ha detto che suo marito era “armato e aveva accesso a più armi da fuoco all’interno della residenza e minacciava di farsi del male”, ha aggiunto la Cnn citando la polizia.

Fatale fu il comizio-flop di Tulsa

Parscale era stato sostituito poco dopo il comizio-flop di Trump a Tulsa, in Oklahoma, ma era rimasto nello staff della campagna con un altro incarico. “Brad Parscale è un membro della nostra famiglia e tutti noi lo amiamo. Siamo pronti a sostenere lui e la sua famiglia in ogni modo possibile”, ha detto il direttore delle comunicazioni della campagna Trump, Tim Murtaugh, al quotidiano Sun Sentinel. (Fonti Agi, Cnn, Sun Sentinel)