Brasile, 21 ovuli di cocaina nello stomaco: morto Vittorio Berlutti

Pubblicato il 26 Novembre 2009 20:17 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2009 20:17

cocainaUno degli ovuli con la droga è esploso provocando una grave infezione: è morto così Vittorio Berlutti, 35 anni di Milano.

L’uomo è deceduto la scorsa domenica all’aeroporto della città di Fortaleza mentre stava per imbarcarsi per l’Italia: l’uomo aveva 21 capsule di cocaina nello stomaco, ha reso noto la polizia brasiliana.

Le capsule con la cocaina – in totale 250 grammi – sono state scoperte nel corso dell’autopsia realizzata dai medici di Fortaleza. Uno degli ovuli con la droga è esploso provocando una grave infezione che ha a sua volta provocato la morte di Berlutti, ha precisato la polizia, che ha aperto un’inchiesta.

Dei 21 ovuli, tre erano grandi e altri 18 di dimensioni minori, hanno aggiunto gli investigatori, precisando che Berlutti si è sentito male mentre si trovava all’aeroporto internazionale ‘Pinto Martins’ di Fortaleza, dove «è stato vittima di un’intossicazione esogena (overdose)».

Quello di Fortaleza è il secondo scalo del Brasile – dopo l’aeroporto di Guarulhos, a San Paolo – per numero di persone arrestate con cocaina e altre droghe, ha ricordato la polizia brasiliana, precisando che il totale delle sostanze illecite scoperte nel corso dell’anno è di 145 chilogrammi. Lo riporta l’Ansa.