Cronaca Mondo

Bush padre accusato di molestie da Heather Lind: “Eravamo in posa per la foto…”

Bush-padre-foto-molestie

WASHINGTON – L’ex presidente Usa George H.W. Bush è stato accusato di molestie dall’attrice Heather Lind. Bush senior, 93 anni e costretto su una sedia a rotelle, avrebbe palpeggiato il lato b dell’attrice, 34 anni, mentre erano entrambi in posa per una foto istituzionale. Accanto a lui, in piedi e al suo fianco, c’era pure la moglie Barbara Bush. Secondo l’attrice l’ex First Lady avrebbe assistito alla scena senza battere ciglio.

Bush senior, che fu anche capo della Cia, è sempre stato avvolto da un’aura di rispettabilità. Al contrario del suo successore Bill Clinton, travolto dallo scandalo Lewinsky, Bush è scivolato via agevolmente fra i pettegolezzi che lo volvevano sentimentalmente legato alla segretaria, Jennifer Fitzgerald (nata inglese), che fu la sua amante per molti anni. Alla moglie Barbara, dicevano, andava bene così. Il marito non le mancava di rispetto pubblicamente, facendo le cose col dovuto riserbo di una spia. Alla fine la first lady era sempre lei.

In un lungo post su Instagram l’attrice ha colto l’occasione per denunciare le molestie subite prendendo spunto da una foto degli ex presidenti Usa riuniti su un palco ad Austin per le vittime degli Uragani. Heather Lind, protagonista della serie tv “Turn: Whashington’s Spies”, ha incontrato Bush padre quattro anni fa in occasione di un evento per promuovere lo show che narra la guerra di indipendenza americana. “George H.W. mi ha molestata sessualmente mentre ero in posa per una foto – ha raccontato l’attrice – Non mi ha stretto la mano. Mi ha toccato il di dietro dalla sua sedia a rotelle con la moglie al suo fianco”. E ancora: “Mi ha raccontato anche una barzelletta sporca”.

Lind afferma che Bush Senior non si sarebbe limitato ad una sola palpatina. “Per tutto il tempo degli scatti, mi ha toccato di nuovo. Barbara ha girato gli occhi al cielo, come per dire ‘non ancora’. La sua guardia di sicurezza mi ha risposto che non avrei dovuto stare vicino a lui per la foto”.

“Siamo stati educati a chiamarlo Signor Presidente – continua l’attrice – Mi sembra che il potere del presidente sia nella sua capacità di attuare un cambiamento positivo, di aiutare le persone e di servire come simbolo della nostra democrazia. Bush ha rinunciato a quel potere quando lo ha usato contro di me e, giudicando dai commenti di quelli che lo circondano, innumerevoli altre donne prima di me”.

“Quello che mi conforta – conclude – è che anche io posso usare il mio potere, che non è così diverso da quello di un Presidente. Posso cambiare in positivo. Posso davvero aiutare le persone. Posso essere un simbolo della mia democrazia. Posso rifiutarmi di chiamarlo Presidente e denunciare altri abusi di potere quando li vedo”.

In una dichiarazione rilasciata al Daily Mail  l’ex presidente non ha negato l’episodio, liquidandolo come un banale scherzo: “Il Presidente Bush non avrebbe mai – in nessuna circostanza – intenzionalmente provocato un disagio e chiede sinceramente scusa se il suo tentativo di umorismo ha offeso la signora Lind”.

 

 

To Top