Sprofonda nella tomba dei genitori e si rompe un dente: fa causa al cimitero per 5 milioni di dollari

di Caterina Galloni
Pubblicato il 19 marzo 2019 5:39 | Ultimo aggiornamento: 19 marzo 2019 1:52
Sprofonda nella tomba dei genitori e si rompe un dente: fa causa al cimitero per 5 milioni di dollari

Sprofonda nella tomba dei genitori e si rompe un dente: fa causa al cimitero per 5 milioni di dollari

NEW YORK – Disavventura da incubo per Joanne Cullen: si era recata al St Charles Resurrection Cemetery di New York per portare dei fiori ai genitori ma è affondata nella terra, quasi inghiottita dalla loro tomba. Nella caduta ha sbattuto il volto contro la lapide e si è rotta un dente, come ha riferito l’avvocato della donna, Joseph Perrini al New York Post. 

Per non sprofondare completamente nel terreno, la Cullen si è aggrappata alla lapide della tomba, ha chiesto aiuto ma nessuno ha sentito le grida della 64enne. Il macrabro episodio è accaduto nel dicembre 2016 e la vittima ha chiesto al cimitero un risarcimento di cinque milioni di dollari per il trauma emotivo: da quel giorno soffre di mal di testa, ha incubi e paura di camminare su terreni morbidi. La donna sostiene che “non tornerò mai più” al cimitero e aggiunge che attualmente è ancora in terapia. “Vogliamo assicurarci che il cimitero e gli impiegati imparino da questo episodio, che non accada a nessun altro”, osserva Perrini. 

L’avvocato di Cullen ha fornito una spiegazione sul cedimento del terreno: gli addetti del cimitero avrebbero riempito di nuovo una tomba adiacente a quella dei genitori di Cullen lasciando un vuoto sotterraneo che avrebbe fatto precipitare la donna nella fossa.

Fonte: Daily Mail