Caleb Wallace muore di Covid a 30 anni: aveva guidato manifestazioni No Mask, poi si era curato con vitamina C e aspirina

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 30 Agosto 2021 - 09:24 OLTRE 6 MESI FA
caleb wallace moglie

Caleb Wallace, il messaggio di addio della moglie

Caleb Wallace aveva organizzato in Texas diverse manifestazioni No Mask. Poi si era ammalato di Covid ed in ospedale aveva rifiutato le cure mediche assumendo invece solamente dell’aspirina e della vitamina C. Dopo tre settimane ricoverato in terapia intensiva, Wallace è morto.

L’esponente No Mask aveva 30 anni e tre figli. Sua moglie è incinta all’ottavo mese. Era stata lei ad  aver lanciato una raccolta fondi su GoFundMe per far fronte alle spese della famiglia, con il marito impossibilitato a lavorare.

Calen Wallace aveva organizzato manifestazioni No Mask ed è morto di Covid

“Caleb si è spento serenamente, vivrà per sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri”, ha scritto in un messaggio la moglie. Era stata sempre lei a comunicare il peggioramento delle condizioni del marito avvenuto nei giorni scorsi. L’uomo è deceduto in un centro vicino casa dove era stato teasferito per stare accanto alla sua famiglia.

La moglie aveva raccontato alla stampa che il marito aveva iniziato a curarsi con un mix di aspirina, vitamina C e Ivermectina, un antiparassitario per animali.

Wallace aveva protestato contro l’obbligo di indossare la mascherina

Wallace aveva preso parte alla campagna contro l’obbligo di indossare la mascherina. Aveva protestato anche contro le altre restrizioni imposte dal governo centrale. A inizio luglio aveva organizzato una manifestazione chiamata “Freedom Rally” per protestare insieme a tutti quelli che erano stanchi che il Governo avesse preso “il controllo delle loro vite”. Wallace aveva anche fondato un gruppo chiamato “Freedom Fighters” con cui lottava contro quella che definiva la “dittatura da coronavirus”.