Califronia: Catherine Kieu addormenta ed evira il marito. Ergastolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2013 16:48 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2013 16:48
Califronia: Catherine Kieu addormenta ed evira il marito. Ergastolo

Catherine Kieu

ROMA – Diede il sonnifero al marito e lo evirò, come Lorena Bobbit: le danno l’ergastolo ma anche la possibilità di tornare libera dopo sette anni. Succede in California.

Catherine Kieu ad aprile era stata giudicata colpevole di torture e lesioni aggravate da un tribunale della contea di Orange, nel sud del Golden State, per aver reciso con un coltello il pene dell’ex consorte.

Nel luglio 2011, dopo un litigio, la donna mise del sonnifero nella cena del coniuge, poi lo legò ai quattro angoli di un letto. Al suo risveglio, con un coltello gli recise il pene e lo gettò in un macchinario per il trattamento dei rifiuti, distruggendolo.

La sentenza prevede che la donna potrà chiedere il rilascio su cauzione dopo sette anni di carcere. La difesa aveva sostenuto che Kieu era pentita del suo gesto e ne aveva chiesto l’assoluzione perché soffriva di disturbi mentali a causa degli abusi sessuali subiti da bambina e anche ad opera del marito. Agli agenti che la arrestarono, la donna disse: “Se lo è meritato”.