California/ Legalizzare la marijuana potrebbe fruttare allo Stato 1,4 miliardi di dollari all’anno

Pubblicato il 16 Luglio 2009 15:47 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2009 15:47

Con un deficit di bilancio di 24 miliardi di dollari e il rischio della bancarotta, la California, il più popoloso stato dell’Unione, ha bisogno di soldi come un assetato nel deserto ha bisogno d’acqua, e le autorità locali pensano a tutto, ma proprio a tutto, per racimolare un po’ di dollari per tappare l’orrendo buco.

Da tempo si parla di legalizzazione della marijuana, riferisce The Huffington Post, in uno stato dove fumano, a loro rischio, più o meno tutti dai 13 anni in sù. Ma nessuno finora aveva fatto una mano di conti per dimostrare, al di là di qualsiasi altra argomentazione, quanto redditizia sarebbe questa legalizzazione. A cercare di smuovere le cose ci ha pensato il Board of Equalization, un ente fiscale, secondo cui vendere l’erba più o meno come si vendono sigarette e alcolici frutterebbe allo stato qualcosa come 1,4 miliardi di dollari all’anno.

In parlamento giace ancora in attesa di un primo esame un disegno di legge, introdotto dal deputato democratico Tom Ammiano, che legalizzerebbe l’erba, ma non a buon mercato. Chi la comprasse dovrebbe pagare le tasse statali, più un balzello di 50 dollari (35 euro) per ogni oncia (28 grammi), più il costo della merce. Sarebbero, insomma, fumatine abbastanza costose, ma sempre meglio che infrangere le leggi attualmente in vigore. In Calfornia la marijuana può essere venduta a scopi medici, ma per uso personale è illegale.

La prospettiva del miliardo e mezzo di dollari di entrate annue potrebbe sollecitare i deputati a muoversi più speditamente sul disegno di legge di Ammiano, anche perché secondo le stime delle autorità federali, la California, con il suo clima ideale, produce all’incirca 5 milioni di kg di marijuana all’anno, ovvero 13,8 miliardi di dollari.

Del resto i tempi dell’erba libera, con tutte le norme del caso, sembrano cominciare ad essere maturi. Secondo l’ultimo sondaggio della rete televisiva CBS in proposito, il 41 per cento degli americani e’ favorevole alla legalizzazione, un balzo del 10 per cento rispetto all’ultimo sondaggio realizzato quattro mesi fa.