Usa, la campagna choc contro la droga con le foto segnaletiche “prima” e “dopo”

Pubblicato il 10 Marzo 2011 11:32 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2011 12:01

MULTNOMAH COUNTY (PREGON) – Bret King, vice-sceriffo di Multnomah County (Oregon) è l’ ideatore della più controversa e scioccante campagna anti-droga mai vista negli Usa. “L’idea è quella di dare ai più giovani un esempio tangibile e insieme drammatico degli effetti devastanti che l’uso di droghe pesanti provoca”, spiega.

La campagna è rappresentata da un documentario in dvd di 48 minuti, distribuito nelle scuole medie e superiori Usa e rivolto ai ragazzi dai 13 anni in su dal titolo “From Drugs to Mugs” (“dalle droghe alle foto segnaletiche”) e rivela l’intenzione di dichiarare guerra alle droghe pesanti come la metamfetamina, l’eroina e la cocaina, utilizzando la prevenzione invece della disintossicazione.

L’aspetto della campagna che ha suscitato maggior dibattito tra i banchi di scuola è la decisione di allegare al documentario un cd con le foto segnaletiche di 21 detenuti finiti dentro per droga e immortalati “prima” e “dopo”. Si tratta di uomini e donne di ogni età e di ogni razza, accomunati dal destino di vedere il loro corpo subire una vera e irreversibile metamorfosi nel giro di pochi anni, talvolta anche di mesi. Le persone appaiono deturpate da macchie e segni indelebili, con lo sguardo spento e assente e con un’aria di chi ormai ha perso ogni speranza.