Canada, fa jogging e finisce negli Usa: arrestata per immigrazione clandestina

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 giugno 2018 14:34 | Ultimo aggiornamento: 25 giugno 2018 14:34
Canada, fa jogging e finisce negli Usa: arrestata per immigrazione clandestina

Canada, fa jogging e finisce negli Usa: arrestata per immigrazione clandestina (Foto Facebook)

OTTAWA – Va a fare jogging in Canada e per sbaglio sconfina negli Stati Uniti: arrestata per due settimane. E’ la storia capitata a Cedella Roman, francese di 19 anni, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che lo scorso 21 maggio è stata arrestata con l’accusa di immigrazione clandestina per aver varcato per errore il confine tra Cana e Usa.

La ragazza era andata in Canada a trovare sua madre, Christiane Ferne, che vive nella cittadina di White Rock, in British Columbia. Un giorno ha deciso di andare a fare jogging e si è messa a correre lungo una spiaggia senza accorgersi di essere finita oltre la linea di frontiera.

E’ stata fermata dalla polizia di confine per un controllo dei documenti e ha scoperto di essere finita negli Usa. Lei non aveva con sé alcun documento di identità, e gli agenti le hanno spiegato che aveva varcato il confine. Cedella Roman si è giustificata spiegando di non aver visto alcun segnale che indicasse il confine, ma i poliziotti hanno deciso comunque di portarla in un centro di detenzione a Tacoma, a 140 miglia dal confine.

“Mi hanno messa in un veicolo con sbarre ai finestrini e mi hanno portata nella struttura, – ha raccontato la ragazza alla Canadian Broadcasting Corporation (Cbc) – Mi hanno chiesto di consegnare tutto quello che avevo addosso, a partire dai miei piccoli gioielli, e mi hanno perquisita. Allora ho capito che la cosa si stava facendo molto seria, ho iniziato a piangere”. La ragazza è stata poi portata nel centro di detenzione, da cui è potuta uscire solo due settimane dopo.