Canada: strage di cani da slitta, riesumate le carcasse

Pubblicato il 9 Maggio 2011 19:33 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2011 19:35

TORONTO – Sono stati riesumati a Whistler, nella provincia canadese del British Columbia, 52 dei cento cani da slitta uccisi e gettati in una fossa comune lo scorso anno da una società che li aveva acquistati per giri turistici durante le Olimpiadi invernali di Vancouver e se ne era poi sbarazzata finito l'evento. Le autorita' non hanno rivelato i dettagli su cosa sia stato trovato, ma hanno annunciato che la ricerca e la riesumazione dei corpi non si e' ancora conclusa e proseguira' nei prossimi giorni. L'inchiesta era stata aperta in seguito alla terribile strage di husky compiuta dalla ditta di escursioni per turisti Outdoor Adventures: finite le Olimpiadi, non c'erano più turisti a sufficienza per le gite in slitta con i cani, e la società aveva massacrato un centinaio di husky e li aveva sepolti in fosse comuni. L'azienda aveva declinato ogni responsabilita', sostenendo di aver lasciato le operazioni alla Howling Dog Tours. I cani erano stati uccisi barbaramente lo scorso aprile, alcuni sotterrati mentre erano ancora vivi. La vicenda e' emersa solo dopo che Robert Fawcett, l'uomo che ha ucciso i cani, ha compilato una serie di documenti e ricevuto un compenso dalla WorkSafeBC, l'ente per la difesa dei lavoratori della provincia, per stress conseguente proprio all'uccisione dei cani.