Canada: studentessa sospesa perché vestita in modo troppo provocante

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2015 12:49 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2015 12:49
Il vestito incriminato (foto Facebook)

Il vestito incriminato (foto Facebook)

NEW YORK – Si chiama Lauren Wiggins la studentessa diciassettenne sospesa dalla scuola perché, come ha scritto il preside, “indossava un vestito lungo e scollato”. Tutto è successo a New Brunswick, in Canada. “Oggi sono stata sospesa perché il mio vestito era inappropriato e costituiva una distrazione sessuale per i miei compagni”, ha commentato Lauren Wiggins sulla sua pagina Facebook.

“Quando è troppo è troppo – ha scritto la ragazza – Sono stanca di dover rispettare degli standard ingiusti. Sono stanca di vedere le donne discriminate a causa del proprio corpo e non posso più sopportare chi dice che non possiamo vestirci comodamente senza essere provocanti. È ora di cambiare il modo di pensare della gente. Ora.”

Lauren ha poi pubblicato una foto del vestito incriminato, insieme ad uno scan della lettera di tre pagine indirizzata alla vice preside. “Nella nostra società, il corpo delle donne è continuamente discriminato al punto che non possiamo più vestirci come ci piace senza essere accusate di essere provocanti”, ha scritto nella lettera, che è stata condivisa più di 1,200 volte. “Questo atteggiamento verso le donne – dice Lauren – è assolutamente assurdo”.