Capodanno. I festeggiamenti nel mondo, per prime le Isole Tonga nel Pacifico

Pubblicato il 1 gennaio 2014 11:03 | Ultimo aggiornamento: 1 gennaio 2014 11:53
Capodanno a Times Square

Capodanno a Times Square

AUSTRALIA, SYDNEY -L’ingresso nel 2014 è stato festeggiato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, a partire dall’Oceania, prima a chiudere il 2013 grazie al fuso orario. Festeggiamenti che in molti casi si sono legati a vicende politiche ed economiche nazionali. Come nel caso della Lettonia, che alla mezzanotte è entrata nell’Euro; o dell’Ucraina, dove circa 200 mila oppositori hanno cantato l’inno nazionale in piazza a Kiev allo scoccare delle 24.

Più classici i festeggiamenti a Londra, dove il 2014 � stato accolto dagli spettacolari fuochi d’artificio sul Tamigi e sulla grande ruota panoramica del London Eye, partiti al suono dei 12 rintocchi del Big Ben davanti a centinaia di migliaia di persone assiepate sulle rive del fiume.

Grande festa – detta ‘Hogmanay’ – anche a Edimburgo, con migliaia di persone in costume tradizionale scozzese che hanno sfilato in una fiaccolata. A Parigi, oltre 300.000 persone hanno affollato gli Champs Elysees, mentre l’appuntamento per migliaia di berlinesi e turisti è stato come da tradizione alla porta di Brandemburgo. Tra i primi a festeggiare il 2014 c’è stato l’arcipelago delle Tonga, ma anche l’Antartide, dove si è cantato anche a bordo della nave russa bloccata dai ghiacci.

La prima grande città a far festa è stata Sydney, che ha proposto un grandioso spettacolo pirotecnico con ben sette tonnellate di esplosivo. Grandi fuochi d’artificio anche a Dubai, dove alla mezzanotte Burj Khalifa, l’edificio più alto del mondo, è stato al centro di uno spettacolo durato sei minuti. Niente feste invece in Arabia Saudita, dove le autorità religiose hanno vietato ogni celebrazione per il nuovo anno. Città del Capo ha invece dedicato il Capodanno al ricordo del suo eroe appena scomparso, Nelson Mandela, con concerti e la proiezione sulla facciata del municipio di un film dedicato a ‘Madiba’.

Infine, il Capodanno di New York, con la sfera multicolore discesa su Times Square tra le urla di un milione di persone, e quello di Rio, dove oltre due milioni di persone si sono radunate sulla spiaggia di Copacabana per assistere a un concerto e ai fuochi d’artificio.

Nelle foto (Lapresse), la prima grande città a festeggiare il 2014: Sydney.