Carlos Ghosn fa causa alla Renault: “Mi dovete pagare la pensione”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2020 18:28 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2020 18:28
Carlos Ghosn fa causa alla Renault: "Mi dovete pagare la pensione"

Carlos Ghosn (Foto archivio Ansa)

PARIGI – Continua a far parlare di sé Carlos Ghosn, l’ex amministratore delegato di Renault, protagonista di una rocambolesca fuga dal Giappone al Libano mentre era in attesa di essere processato con l’accusa di cattiva condotta finanziaria. Ora l’ex numero uno di Nissan-Renault sta cercando di ottenere dalla casa automobilistica francese il pagamento della pensione che, a suo dire, è stata ingiustamente trattenuta.

Ghosn ha presentato una denuncia ad un tribunale del lavoro francese a Boulogne-Billancourt, fuori Parigi: lo hanno confermato alcune fonti alla France Press. Un portavoce della Renault ha detto che la società ha già ricevuto la notifica mentre un’udienza è prevista per la fine di febbraio.

La richiesta riguarda il pagamento di una prestazione pensionistica di 250 mila euro che Renault non ha pagato in quanto, hanno spiegato, Ghosn si è dimesso dal suo incarico alla fine di gennaio 2019 mentre era ancora in prigione in Giappone. I suoi avvocati sostengono però che Ghosn non si sia dimesso di sua spontanea volontà, ma ha lasciato l’azienda perché dalla prigione non era più in grado di stare al timone.

Sarebbe stata avanzata inoltre una richiesta ancora più sostanziosa per ottenere una pensione supplementare annuale di 774.774 euro all’anno, oltre a 380 mila azioni concesse per il raggiungimento degli obiettivi di performance. Queste azioni, distribuite dal 2015-2018 a condizione che fosse ancora in azienda quattro anni dopo, valgono ora 15,5 milioni di euro a prezzi correnti.

Fonte: Agi